Ci sono dei momenti dell’anno : Natale, Pasqua, Ferragosto, il giorno del proprio compleanno, che fanno particolarmente pensare e ci portano a riflettere sulla nostra frenetica vita, e sul nostro futuro.Il mio caro papà diceva di questi appuntamenti, da buon Veneziano, è il momento del ” Giro del paletto “, come avviene ogni anno con la Regata Storica, di questo giro, aggiungeva, bisogna farne buon uso.Siccome la nostra vita è un itinerario, queste ricorrenze non possono quindi passare inosservate, devono farci girare indietro per vedere la strada che ognuno di noi ha compiuto, e quella parte del cammino che ci aspetterà in futuro.L’impatto della pandemia è stato in questi ultimi tempi , veramente devastante dal punto sanitario, emotivo, ed economico, ma potrebbe anche essere l’occasione per rivedere la nostra scala di valori.Abbiamo capito che ognuno dovrebbe prendersi cura dell’altro in un contesto di unità, privilegiando le persone sole e materialmente meno abbienti che sono state più colpite.Abbiamo capito che se sono malato non posso godere di nessun mio bene materiale. Abbiamo compreso il valore d’uso e quello di scambio delle cose.Abbiamo compreso che si possono trasformare in opportunità anche le circostanze più avverse.Forse è il momento che tutti noi diventiamo “consapevoli” che la forza per definire le nostre vite è dentro di noi e che possiamo essere noi stessi i creatori della nostra felicità.

AUGURONI A TUTTI

ASSOCIAZIONE ABITARE LA TERRA