Finalmente, ci sono alcune buone notizie per un cambiamento in senso “Green” di Porto Marghera, che ne farà presto un polo energetico più sostenibile dal punto di vista industriale, ambientale e della sicurezza.
Sembra a tutti, sempre più urgente far avanzare nell’intero polo industriale e portuale la transizione ecologica, con la rinuncia progressiva all’uso di fonti fossili (carbone, petrolio, metano) e con il superamento di impianti a forte impatto ambientale, inceneritori compresi.Vi proponiamo quindi, brevemente, alcune delle novità.1) E’ in arrivo una nuova MEGA TURBINA ad alta efficienza costruita da Ansaldo  Energia di Genova per ristrutturare la Centrale Edison di Marghera.E’ stata soprannominata “Monte Bianco”, perchè è la più potente e performante mai realizzata in Italia.Si tratta di una turbina a gas che può essere in parte alimentata anche a idrogeno, chiamata GT36, di 520 tonnellate di peso e 13,5 metri di lunghezza, con una potenza di 780 MW, capace di garantire il fabbisogno di 500 mila appartamenti.Diventerà il cuore propulsore della Centrale Termoelettrica Edison Levante a Marghera, che sarà pronta nel 2022.E’ in grado di abbattere le emissioni di CO2 del 40% e di quelle di ossidi di azoto di oltre il 70% rispetto alla media dell’attuale parco termoelettrico italiano.A regime l’impianto termoelettrico risulterà il più efficiente d’Europa, con un rendimento energetico del 63%, un vero record, ma potrebbe fare ancora di più se implementato con una rete di teleriscaldamento per sfruttare il calore di risulta per climatizzare gli edifici della zona.2) E’ in via di costruzione con il nuovo anno, un PARCO FOTOVOLTAICO composto da 10 mila pannelli fotovoltaici di nuova generazione, realizzato dalla Società New Energy Spa, controllata da Eni, nell’ex area dismessa Ausidet del Petrolchimico di Porto Marghera per un investimento di 3,3 milioni di euro per il primo lotto.Si tratta di un’area di 5,3 ettari, pari a dieci campi da calcio, per una potenza nominale di 340 Wp.La distesa di pannelli, in grado di produrre energia elettrica da fonte pulita, produrrà complessivamente 5,8 megawatt di energia elettrica, utili a soddisfare i bisogni energetici di 2 mila famiglie di 4 persone.3) E’ avviata la riconversione della Centrale a Carbone ” Palladio ” dell’Enel,  trasformata a gas con una spesa di 90 milioni, per superare definitivamente l’uso di altri combustibili fossili che sono una delle maggiori cause dell’inquinamento atmosferico, dell’effetto serra e dei cambiamenti climatici  sempre più evidenti.4) Anche il progettato Nuovo Deposito di gas naturale liquefatto (Gnl)  sta per realizzarsi a Malcontenta, con una spesa preventivata 100 milioni di euro, promosso da Venice Lng controllata da Decal Spa.